Everest marketing stunt

Sherpa muore sull’Everest durante trovata pubblicitaria

Come riportato in questi giorni da Rock and Ice la guida di alta montagna Lam Babu Sherpa è morto sull’Everest nel corso di una trovata pubblicitaria organizzata dal sito ASKfm. Il popolare sito “Ask for me“, che fa capo ad una startup irlandese, è, secondo Wikipedia, un servizio di rete sociale basato sulle interazioni “domanda-risposta”. Nel corso degli ultimi mesi ed in seguito al lancio della versione aggiornata della piattaforma, il sito ha anche introdotto una propria criptovaluta chiamata ASKT e si definisce “il primo social network di domanda-risposta basato su tecnologia blockchain, in grado di retribuire gli utenti che forniscano contenuti di qualità“.

ASKfm, al fine di promuovere la nuova criptovaluta, aveva ingaggiato pochi mesi fa tre alpinisti ucraini che avevano il compito di portare un portafoglio digitale, contenente l’equivalente di 50.000 dollari in criptovaluta, e di lasciarlo sepolto sotto le bandierine sulla cima dell’Everest, a disposizione di chi fosse “stato abbastanza coraggioso da andarselo a prendere“. Il vincitore di un secondo portafoglio di pari valore era invece stato estratto al campo base, in una sorta di lotteria digitale di alta quota.

ASKfm Team sulla cima dell'Everest

ASKfm Team sulla cima dell’Everest

In un mondo ormai saturo di criptovalute, ormai chiamate “merdcoin” (il sito investing.com elenca attualmente 1875 criptovalute presenti sul mercato), ASKfm aveva cercato di darsi un tono e di differenziarsi dai competitors lanciando messaggi pubblicitari tipo “la nostra valuta è sull’Everest, il tetto del mondo“. La trovata pubblicitaria veniva infatti descritta nel comunicato stampa come “un modo elegante per sottolineare la superiorità ideologica della nostra valuta rispetto alla concorrenza“.

Leggi anche:
Le Bateau Ivre e Andrea D'Addazio (video)

Sfortunatamente la trovata pubblicitaria è finita in tragedia. Lam Babu Sherpa è rimasto indietro durante le operazioni di discesa dalla cima dell’Everest e non ha fatto ritorno al campo base. ASKfm non ha fatto menzione di quanto accaduto nel gioioso comunicato stampa, rilasciato il 17 maggio, all’arrivo al campo base degli altri componenti della spedizione.

Fonti dal campo base dell’Everest hanno riferito che il meteo è peggiorato rapidamente poco dopo che i tre alpinisti ucraini avevano raggiunto la cima. Il peggioramento ha costretto il gruppo ad una ritirata precipitosa durante la quale i due sherpa Lam Babu e Mingma Sherpa sono rimasti indietro. In un articolo su Outside Online Dmitry Semerenko, uno degli alpinisti ucraini membri del team ha dichiarato che “sull’Everest la zona della morte inizia a 8300 metri. A quella quota ognuno deve essere in grado di badare a sé stesso“.

I due sherpa non erano dei principianti. Lam Babu, in particolare, aveva salito più volte l’Everest e altri ottomila in Himalaya. La sua esperienza viene comunque messa in discussione da Dmitry Semerenko, il quale nello stesso articolo dichiara che “si poteva vedere già dal loro aspetto che erano senza esperienza, e ho dovuto chiedergli più volte se effettivamente erano già stati sull’Everest. Capivano a malapena l’inglese ed erano fondamentalmente dei portatori e non guide di alta montagna“.

In un altro articolo un secondo alpinista ha dichiarato che “sulla cima dell’Everest il tempo era veramente brutto. Abbiamo quindi cominciato subito a scendere fino al Campo 4, che si trova a 7900 metri. Uno degli Sherpa stava molto male. E’ tutto quello che sappiamo …. Era dietro di noi e quindi non sappiamo che cosa gli sia successo. Scendevamo molto velocemente e lo Sherpa non era in grado di tenere il nostro passo. Era dietro di noi e non l’abbiamo visto“. Non è chiaro se lo Sherpa che aveva problemi fosse Lam Babu. Mingma Sherpa è riuscito a tornare al campo base mentre Lam Babu è disperso e si presume che sia morto.

everest tokenized

Everest Tokenized

 

Leggi anche:
Alex Honnold, FREE SOLO. L'intervista

In un articolo apparso su Bitcoinist l’autore si è dichiarato entusiasta della trovata pubblicitaria e ci fa notare come “ASKfm sta facendo qualcosa di divertente ed estremamente originale per promuovere la sua criptovaluta, portandola fino sulla cima dell’Everest“. Lo stesso video promozionale invita tutti a sostenere ASKfm per raggiungere altezze che nessun’altra criptovaluta ha mai raggiunto.

 

 

Questa e le altre precedenti stagioni sull’Everest hanno dimostrato che la montagna non è il luogo adatto per organizzare giochi, riffe e trovate pubblicitarie e di marketing. Mentre le problematiche ambientali si moltiplicano a dismisura ed il campo base si trasforma in un’unica enorme discarica ad alta quota, circa 300 persone sono morte sull’Everest dal 1921, ad una media di 6 all’anno negli ultimi anni. Quest’anno siamo a cinque. Ironia della sorte che qualcuno abbia lasciato un presunto tesoretto sulla cima, invitando i coraggiosi a rischiare la vita per “andarselo a prendere“.

 

Sherpa muore sull’Everest durante trovata pubblicitaria ultima modifica: 2018-06-06T10:33:09+00:00 da T. Kinkade
1 Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Newsletter Livellozero
La nostra newsletter è gratuita. Breve. Interessante e colorata. Qualche volta persino divertente. Quelli che si iscrivono sono più di che quelli che si cancellano. Il che vorrà dire qualcosa.
Vai Tranquillo
Iscriviti alla Newsletter

Log in with your credentials

Forgot your details?