alex honnold tommy caldwell nose capitan record

 

Ti inoltri nella foresta e cerchi di districarti tra i pini, che improvvisamente si aprono ed eccolo – davanti a te, attorno a te, sopra di te – un mare di granito si innalza direttamente dal pendio, incredibile per i suoi colori e per la sua pura immensità; e terribile per il vuoto che ti stringe lo stomaco mentre gli occhi seguono i suoi spigoli e le sue titaniche torri…

Ora siamo 750 metri al di sopra della valle. Qui l’esposizione è così enorme, e la prospettiva così distorta che il mondo orizzontale diventa incomprensibile. Siamo astronauti del granito, penzolanti in una specie di distorsione spazio-temporale. Se esiste un luogo nel quale sia possibile comprendere perché gli uomini e le donne decidano di arrampicare sulle montagne allora quel luogo è qui, in questi diedri ventosi sospesi nel cielo …

John Long, prima ascensione del Nose in giornata, 1975

 


Nuovo record sul Nose per Honnold e Caldwell: 2:10:15

Ieri mattina Alex Honnold e Tommy Caldwell hanno battuto il record di salita del Nose su El Capitan con lo stupefacente tempo di 2 ore, 10 minuti e 15 secondi, 9 minuti in meno rispetto al record precedente di 2 ore, 19 minuti e 40 secondi che era stato realizzato nell’ottobre del 2017 da Brad Gobright e Jim Reynolds, i quali, a loro volta, avevano limato circa 4 minuti sul record del 2010 di Alex Honnold e Hans Florine. La barriera delle salita del Nose sotto le 2 ore sembra ora sempre più vicina.

 

La coppia di scalatori aveva lungamente lavorato la via nelle ultime settimane al fine di ottimizzare la salita nel miglior modo possibile. I precedenti 8 tentativi avevano fatto scattare il cronometro attorno alle 2 ore e 30 minuti. Honnold ha dichiarato a Climbing Magazine di essere soddisfatto dell’impresa ma ha anche detto che “non tutto è stato perfetto al 100%. Pensiamo che ci sia ancora un margine di miglioramento” lasciando intendere che i due scalatori abbiano piani più ambiziosi. “Aver fatto il record è una cosa eccezionale, ma c’è sempre quel pungolo elementare che ti spinge a voler tentare di abbattere la barriera delle due ore, un po’ come succede per la maratona“. E’ quindi probabile che i due ritornino sul Nose nei prossimi giorni per un ulteriore tentativo. “Ogni salita che facciamo va sempre un po’ meglio rispetto a quella precedente. Vale quindi sicuramente la pena di provare a fare qualche altro tentativo” ha dichiarato Caldwell. [edit: il 4 giugno la coppia ha ulteriormente abbassato il record a 2:01:50].

Da ricordare che la prima salita del Nose richiese originariamente 45 giorni, spalmati nell’arco di 18 mesi, dal luglio 1957 al novembre 1958. La prima ripetizione fu del 1960 in 7 giorni di arrampicata. Solo quindici anni dopo, nel 1975, si ebbe la prima ripetizione in giornata. Attualmente una cordata trascorre mediamente 3 o 4 giorni in parete per portare a termine la salita.

La salita in velocità del Nose è una tradizione molto consolidata in Yosemite, ed è stata lungamente praticata da alpinisti di punta, inclusi i fratelli Huber che nel 2007 completarono la via in 2:45:45. Incredibile pensare che in 10 anni si sia riusciti a togliere più di mezz’ora dal tempo di salita complessivo.

Caldwell ed Honnold, come sempre avviene, hanno arrampicato di conserva (simul-climbing) e non in libera, azzerando le difficoltà ovunque fosse possibile. Durante questo genere di salite nessuno dei due componenti della cordata fa sicura al compagno. La sicurezza è data dalle poche protezioni che il capocordata mette durante la sua salita e dal cosiddetto short-fixing, cioè l’operazione di bloccare la corda in punti prestabiliti per permettere al secondo la risalita su jumar. Il secondo arrampica in contemporanea, o appunto risale sulle maniglie, e toglie le protezioni. I due arrampicatori si sono ricongiunti solo una volta a metà via per scambiarsi il materiale e cambiare il capocordata. Caldwell ha dichiarato che l’attrezzatura consisteva in 20 moschettoni, 15 rinvii e 11 friend. Caldwell ha tirato i primi 16 tiri, usando in tutto sei friend ed utilizzando per il resto gli ancoraggi fissi presenti. Alex ha fatto invece i 16 tiri finali, che sono quelli tecnicamente più difficili. Tommy si è congratulato con il compagno, facendo notare che “il record è stato merito suo. Fino a metà il mio tempo era di circa 7 minuti più lento di quello di Brad (Gobright). E’ stato Alex che dalla metà in su ha macinato la via permettendo di recuperare e di fare quel tempo incredibile“. I due hanno anche perso qualche minuto per districare le corde che si erano aggrovigliate.

 

Il precedente detentore del record Hans Florine si è congratulato con Alex e Tommy in un post su Instagram. Il piede ingessato in primo piano è proprio quello del 53 enne veterano dell’arrampicata in Yosemite, che si era procurato qualche settimana fa una frattura di tibia e perone sbattendo su una cengia in seguito alla fuoriuscita di un nut durante un NIAD (Nose in a day), cioè una salita del Nose in giornata.

E per finire il bel video di Brad Gobright e Jim Reynolds sul record precedente, che ci aiuta un po’ a capire come avviene il tutto.

 

 

 

43 anni di record sul Nose:

30/05/2018: Tommy Caldwell, Alex Honnold in 2:10:15
21/10/2017: Jim Reynolds, Brad Gobright in 2:19:44
17/06/2012: Hans Florine, Alex Honnold in 2:23:46
10/10/2017: Jim Reynolds, Brad Gobright in 2:34:30
06/11/2010: Dean Potter, Sean Leary in 2:36:45
12/10/2008: Hans Florine, Yuji Hirayama in 2:37:05
02/07/2008: Hans Florine, Yuji Hirayama in 2:43:33
08/10/2007: Alexander and Thomas Huber in 2:45:45
04/10/2007: Alexander and Thomas Huber in 2:48:30
29/09/2002: Hans Florine, Yuji Hirayama in 2:48:55
11/2001: Dean Potter, Timmy O’Neill in 3:24:20
10/2001: Hans Florine, Jim Herson in 3:57:27
10/2001: Dean Potter, Timmy O’Neill in 3:59:35
1992: Hans Florine, Peter Croft in 4:22:00
1991: Peter Croft, Dave Schultz in 4:48:00
1991: Hans Florine, Andres Puhvel in 6:01:00
1990: Peter Croft, Dave Schultz in 6:40:00
1990: Hans Florine, Steve Schneider in 8:06:00
1986: John Bachar, Peter Croft in 10:05:00
1984: Duncan Critchley, Romain Vogler in 9:30:00
1975: Jim Bridwell, John Long, Billy Westbay in 17:45:0

Nuovo Nose Record per Alex Honnold Tommy Caldwell: 2:10:15 ultima modifica: 2018-05-31T12:10:41+02:00 da T. Kinkade
2 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

[kleo_social_icons]
Newsletter Livellozero
La nostra newsletter è gratuita. Breve. Interessante e colorata. Qualche volta persino divertente. Quelli che si iscrivono sono più di che quelli che si cancellano. Il che vorrà dire qualcosa.
Vai Tranquillo
Iscriviti alla Newsletter