Fontainebleau – Via libera ai lavori

traduzione da PASSION SIKA

 

I locali l’hanno atteso con impazienza per anni ed ora è finalmente  cosa fatta: il programma di rinnovamento dei blocchi della foresta di Fontainebleau è stato ufficialmente approvato!

Da molti anni gli arrampicatori locali si lamentavano dello stato in cui versano la maggior parte dei blocchi mitici della foresta di Bleau. A partire dalle prime scalate, effettuate, ricordiamo, nel lontano 1870, i blocchi non sono mai stati effettivamente rinnovati (a parte l’opera di qualche visionario che ha spaccato le prese di blocchi ritenuti troppo facili #L’Alchimiste). Non a caso molti dei locals, che hanno trascorso praticamente l’intera loro vita nella foresta, avevano smesso di frequentare e salire le linee patinate e “vecchio stile”, preferendo ad esse le moderne sale di arrampicata del centro-città parigino, dove si vendono sandwich vegani al tofu, spazzolini da roccia a 38 euro e dove prevalentemente girano dei bimbominchia in pantaloni colorati E9.

Dopo interminabili petizioni, riunioni e dibattiti tenutisi tra gli arrampicatori locali, i proprietari terrieri, l’ufficio nazionale delle foreste e gli eletti, la short-list dei progetti tecnicamente fattibili, sottoposti all’attenzione del direttivo era stata la seguente:

– applicazione sulla superficie dei blocchi di un sottile strato di sika, in modo da mettere un freno all’avanzare della patina e modificare un po’ i movimenti di salita.

– fissaggio ai blocchi di prese e volumi in poliuretano biologico di nuova generazione (ultra leggero e non nocivo per l’ambiente)

– accatastamento di blocchi duri (veri o considerati tali) uno sopra l’altro, al fine di creare highball per mutanti e dare un nuovo impulso al grado

– capovolgimento sottosopra dei blocchi stessi, in modo da creare delle linee completamente nuove

Alla fine delle discussioni proprio l’ultima proposta è stata quella accettata col maggior numero dei voti, sia per motivi di praticità che di sostenibilità finanziaria ed ecologica. Con un budget complessivo di 650.000 euro, per la maggior parte finanziati dalla Comunità dei paesi del distretto di Fontainebleau e, in misura minore, dall’associazione Greenspit, un intervento-test sarà messo in opera nel settore Cuvier a partire dal 31 Agosto 2018, con obbligo imperativo di fine lavori entro e non oltre il 31 maggio 2019.
Nel giorno di apertura del cantiere sarà presente anche la leggenda locale Jacky Godoffe che darà il primo colpo di pala meccanica per capovolgere sottosopra il blocco sul quale si trova C’etait demain 8A, una linea che lui stesso ammette di aver ripetuto “probabilmente più di una cinquantina di volte”, a causa della noia estrema di quei lunghi pomeriggi passati a girare a vuoto per i vari settori della foresta.

 

 

Jacky Godoffe darà il primo colpo di pala meccanica, ma forse si è già pentito?. Qui con Anna Stöhr. Ph.Rainer Eder

Pascal Gouhoury, presidente della Comunità dei paesi del distretto di Fontainebleau, che ha fatto richiesta di un aiuto finanziario al ministero dell’ambiente, spera che questa iniziativa permetterà di rendere più dinamico il turismo sportivo nella regione, ripristinando l’attrattiva che Fontainebleau ha avuto sugli arrampicatori del secolo scorso.

Molti sperano inoltre che le opere di rinnovamento possano essere completate prima che un certo arrampicatore che assomiglia a Mowgli porti a termine l’opera di totale messa in ridicolo dei locals ripetendo a piedi nudi tutti i blocchi duri, abbassandoli poi di grado.

Potrete continuare a seguire l’andamento dei lavori sul quotidiano La Tribuna di Bleau, oppure recandovi direttamente al cantiere a Cuvier nelle date indicate. Nel caso vi ricordiamo di non dimenticare di indossare  un cappello a scacchi, di tenere le mani dietro la schiena e di fare commenti ad alta voce, inveendo contro gli operai.

Fontainebleau – Via libera ai lavori ultima modifica: 2018-03-22T12:10:06+00:00 da Redazione
0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Newsletter Livellozero
La nostra newsletter è gratuita. Breve. Interessante e colorata. Qualche volta persino divertente. Quelli che si iscrivono sono più di che quelli che si cancellano. Il che vorrà dire qualcosa.
Vai Tranquillo
Iscriviti alla Newsletter

Accedi con le tue credenziali

Hai dimenticato le tue credenziali?